mercoledì 24 agosto 2011

Amnesie

La minestra si tira su col mestolo.
I sette nani sono Eolo, Pisolo, Gongolo, Mammolo, Brontolo, Dotto e Cucciolo.
L'uomo in gessato blu l'ha scritto Mary McCarthy.
L'uomo dal vestito grigio è invece di Sloan Wilson.

A Barney Panofsky.


8 commenti:

  1. Perchè questi 4 versi mi sconvolgono? Perchè?
    Me lo sai dire tu? Perchè, davvero, io una spiegazione non ce l'ho. Continuo a rileggerli. e non me ne capacito...

    RispondiElimina
  2. Non ti preoccupare, non sono pazza e non lo sei nemmeno tu.
    Ho appena finito di leggere 'La versione di Barney', che tra le tante letture ti consiglio, e queste sono le parole che Barney Panofsky appunto continuava a ripetersi, perché... beh, mica te lo posso dire, altrimenti ti svelerei dei particolari e non mi piace farlo! :)

    RispondiElimina
  3. Oddio Veronica, quanto ho riso e quanto ho pianto leggendo le incredibili avventure di quel cinico, pazzo, ubriacone e romantico ebreo di Barney Panofsky.

    Ancora ora il cuore mi si stringe.

    Io aggiungo, se non ti dispiace, anche la frase: "Miriam, mia adorata Miriam".

    Un libro come pochi altri.

    Marco87

    RispondiElimina
  4. Quella frase non l'ho scritta perché forse era l'unica che non si è mai dimenticato, nonostante tutto.

    RispondiElimina
  5. Perché ogni volta che tiri fori una di queste chicche c'è sempre un libro nuovo da leggere? Maledetta! ^^

    E.

    RispondiElimina
  6. Perché non mi diverto altrimenti! :)

    RispondiElimina
  7. E se ti proponessi di scrivere qualcosa per una e-Zine di cultura & letteratura?
    I know: intromissione casuale di altrettanto casuale & bislacco literary scout. Anonimo, ma sincero.

    RispondiElimina
  8. A Contact Me: qualche informazione più precisa? Se mi scrivi all'indirizzo email che trovi nella colonna a lato ne possiamo parlare!

    RispondiElimina