mercoledì 18 marzo 2015

Non abiti più qui

Ci sono giorni in cui mi dimentico che non abiti più qui – e mi ritrovo costantemente in attesa della tua voce che mi cerca. Mi dimentico che non abiti più qui e scendo le scale per venirti a trovare, scoprendo poi che quel divano scomodo rimarrà d'ora in avanti vuoto.
Mi dimentico che non abiti più qui e quando ti vengo a trovare ti saluto dicendo vado di sopra, ci vediamo dopo. E tu mi rispondi va bene, vai.

1 commento: